home :: issues :: expo :: video :: advertising :: subscribe :: links :: contacts



N.18 Novembre 2008




Postal History ITA 
S.P. del Fascismo:la Valle d'Aosta


Il caso più eclatante, dal punto di vista dell’italianizzazione, si verifica in valle d’Aosta che ha numerose località in cui si parla il francese (anche se si tratta, più esattamente, del franco provenzale). Il Regime fascista inizia quasi subito il processo di trasformazione della lingua. Tanto per citare qualche esempio, verso la fine del 1925 vengono emessi regi decreti con lo scopo di introdurre esclusivamente la lingua italiana negli uffici giudiziari e sopprimere l’insegnamento della lingua francese. Contemporaneamente vengono soppressi i giornali scritti in francese e, addirittura, si esercita una notevole pressione sulle gerarchie ecclesiastiche per obbligare i parroci a usare l’italiano nelle prediche e nel catechismo. Per quanto riguarda l’organizzazione amministrativa, nel gennaio 1927 si riformano numerose circoscrizioni provinciali. Vengono staccati dalla provincia di Torino 113 Comuni italofoni del Canavese (con Ivrea come centro principale) che, uniti ai 73 Comuni della Valle d’Aosta, formano la nuova provincia di Aosta. Subito dopo inizia l’opera di italianizzazione dei toponimi. Di Benito Carobene.


(804.75 Kb)



The Postal Gazette - Strada Cantonale - 6818 Melano, Svizzera
Tel. +4191.9240010 Fax +4191.9240011 Email info@thepostalgazette.com
Webmaster Marco Occhipinti